giovedì 4 febbraio 2016

Finalmente i pediatri intervengo sulla stepchild adoption

Il presidente della Società di pediatria contro le adozioni gay
Arriva finalmnete la presa di posizione del presidente della Società italiana di pediatria, Giovanni Corsello, sulla stepchild adoption: «Non si può escludere che convivere con due genitori dello stesso sesso non abbia ricadute negative sui processi di sviluppo psichico e relazionale nell’età evolutiva». Aggiunge Corsello:«si è mantenuto su una sfera prevalentemente politica ed ideologica. Come pediatri riteniamo invece che la discussione dovrebbe comprendere anche i profili clinici e psicologici del bambino e dell’adolescente. Studi e ricerche cliniche hanno messo in evidenza che questi processi possono rivelarsi incerti e indeboliti da una convivenza all’interno di una famiglia conflittuale, ma anche da una famiglia in cui il nucleo genitoriale non ha il padre e la madre come modelli di riferimento». 
Segnaliamo inoltre come nei giorni scorsi l'intevista al programma Le Iene del senatore Pd Sergio Lo Giudice, presidente onorario di Arcigay e tra i proponenti il ddl Cirinnà abbia toltoil velo di ipocrisia che la senatricw Cirinnà continu a mostrare continuando a sostenere che stepchild adoption non ha nulla a che fare con l'utero in affitto". Intervistato da Le Iene il senatore Sergio Lo Giudice e il suo compagno confessano che la stepchild adoption e il ddl Cirinnà servono per legittimare la loro pratica di utero in affitto compiuto all'estero, che il bambino è costato centomila euro, che è stato privato di qualsiasi contatto con la madre.

Nessun commento:

Posta un commento