domenica 21 gennaio 2018

Se il controllore viene licenziato per aver fatto il suo lavoro

Fa scendere un passeggero dal vagone perchè con biglietto irregolare, la vicenda risale al 2014.
La condanna è stata inflitta dal Tribunale di Belluno. L’accusa è violenza privata. E' stato condannato a 20 giorni di carcere con l’accusa di violenza private.

Diciamolo assurdo!! Ma questi giudici comprendono l'effetto di queste sentenze? Quale controllore rischierà ancora di intervenire per far rispettare la legge? Questa sentenza non potrebbe far ritenere superfluo pagare regolarmente il biglietto?

La riforma fiscale di Donald Trump da I suoi primi effetti

La riforma fiscale di Donald Trump da I suoi primi effetti. Diverse aziende americane hanno deciso di aumentare gli stipendi e concedere premi e benefit ai loro dipendenti negli Stati Uniti. La decisione, è in parte legata all'approvazione della riforma fiscale del Paese, che tra le altre cose abbatte dal 35 al 21 per cento l'aliquota imposta sulle aziende. Questo accade a Fca che concede bonus ai dipendenti, alla catena di supermercati Walmart che aumenta gli stipendi e stacca un bonus da 1.000 dollari ai dipendenti. Società come Waste Management, BofA e JetBlue hanno previsto simili benefici a valle della riforma di Trump. Marchionne ha dichiarato "E' semplicemente corretto che i nostri dipendenti condividano i risparmi generati dalla riforma fiscale e che noi riconosciamo apertamente il miglioramento che ne deriva per il contesto del business Usa investendo di conseguenza nella nostra area di mercato".

Ma la politica ficale del Presidente Trump ha anche spinto FCA e anche aziende come Apple a nuovi investimenti di miliaridi in USA con nuove fabbriche in USA e migliaia di nuovi posti di lavoro. Insomma I dati record dell'occupazione Americana e l'eiforia della borsa che continua a macinare record sembrano dare ragione a Trump.

Sembra perlomeno opportuno allora il primo premio per fake news che Trump ha assegnato ad un articolo del premio Nobel per l'Economia 2008, Paul Krugman, che il 9 novembre 2016 - il giorno dopo le elezioni presidenziali - aveva previsto che l'economia "non si sarebbe mai ripresa" dell'elezione di Trump. Insomma la stampa americana e non solo che non aveva previsto la sua elezione, che continua a dipingere un Presidente inaffidabile, e incapace deve incominciare a ricredersi sui temi economici.

mercoledì 17 gennaio 2018

Piccolo disgelo coreano

Le Olimpiadi invernali in Corea del Sud vedranno la partecipazione sotto la stessa bandiera delle due Coree, la partecipazione di atleti della Nord Corea oltre che delle cheerleader, di un orchestra e perfino una squadra mista tra la Corea del Sud e la Corea del Nord dell'hockey femminile .

Insomma risultati eccezionali rispetto alle tensioni degli ultimi mesi, rispetto al pericolo balistisco e nucleare e della guerra.

Però bisogna sperare che questo sia solo l'inizio perchè in realtà i due paesi anni fa avevano rapporti migliori: infatti esiste una città in cui lavoravano cittadini di entrambe le nazioni e erano autorizzate anche le visite tra parenti separati dalla guerra che ricordiamo ha portato ad un armistizio tra le due Coree nel 1953.

Insomma visto i tempi una buona notizia ma da qui a parlare di ritorno alle relazioni ce ne passa.




lunedì 8 gennaio 2018

E' iniziata la campagna elettorale

E' iniziata la campagna elettorale


questa volte più delle precedenti è la corsa a chi fa la promessa più incredibile. Infatti nessuna delle proposte fantasmagoriche promesse dal reddito di cittadinanza dei 5 stelle, all'abolizione della legge Fornero (diverso da chiedere delle modifiche) del centro destra, all'abolizione delle tasse universitarie di Liberi e Uguali, a quella del canone RAI e di innumerevoli bonus da 80 euro del PD , flat tax o taglio di tasse varie , nessuna ha coperture economiche.

Nessun che espone soluzioni a problemi reali o fa proposte per la crescita o per l'innovazione industriale o riforme a lungo termine guardando al cambiamento del mondo del lavoro o dell'industria e tecnologico, nessuna proposta su piano energetico o dei trasporti.

La campagna elettorale è appena iniziata speriamo non sia tutta come questo inizio.

Processo Augusta Westland

Siamo arrivati dopo anni alla sentenza sulle presunte tangenti che  secondo l'allora procuratore Woodcock, che diede inizio alle indagine, Finmeccanica avrebbe pagato all'India per l'acquisto di eleiccoteri Augusta Westland per valore di centinaia di milioni di euro esattamente 560. Le accuse portarono oltre all'arresto dei dirigenti italiani , anche all'annullamento delle commesse, e il clamore fu tale che Finmeccanica anche cambiato nome , ora si chiama Leonardo.

Ebbene qual'è il risultato dei processi?  TUTTI ASSOLTI.
Ci chiediamo chi pagherà per i danni economici procurati alle aziende italiane da questi processi che nulla hanno portato visto l'assoluzione da tutte le imputazioni?

domenica 7 gennaio 2018

Le bugie dietro i sacchetti per frutta e verdura ai supermercati

Questa foto scattata oggi da noi in un supermercatro mostra come la vicenda dei sacchetti per frutta e verdura ai supermercati sia assurda, strumentale ai fini di mettere l'ennesima tassa, e del tutto ideologica.

Non è ovviamente l'entità del costo che ci pone il problema, ma il fatto che con la scusa di promuovere un'iniziativa ecologica si metta in realtà una nuova tassa sui cittadini.

A chi obietta che per pochi centesimi ci si possa sacrificare per il bene dell'ambiante vogliamo mostrare come in realtà allo stesso costo ma utilizzando una confezione già pesata e con l'imballaggio di plastica possiamo comprare la stessa verdure. Questo mostra come il costo del sacchetto sia solo una tassa e non serva affatto a ridurre la plastica.

L'ideologia supera ogni ragionevolezza come al solito.


Ancora un rogo a magazzini di stoccaggio rifiuti: i cittadini attendono risposte

Due giorni fa nel Pavese c'è stato l'ennesimo incendio di magazzini di stoccaggio di rifiuti. Non c'è ancora la conferma, ma anche in questo caso le fiamme potrebbero essere dolose. Inevitabilmente il pensiero va al maxi rogo del 6 settembre scorso al deposito di stoccaggio rifiuti della ditta Eredi Bertè di Mortara che bruciò per otto giorni consecutivi, ma anche al rogo di un deposito di rifiuti industriali e speciali in via Palazzi a Cinisello Balsamo dell'ottobre 2017. Oltre alla preoccupazione per la salute delle popolazioni messa a rischio da questi roghi di sostanze nocive, non può sorgere una domanda su come mai gli incendi a questi siti di stoccaggio stanno aumentando, sopratutto in Lombardia dove l'anno scoros sonostati una quindicina. Dal monitoraggio della Commissione parlamentare d'inchiesta sul ciclo dei rifiuti è emerso che il Nord è la nuova frontiera dello smaltimento illecito.

Un'emergenza che in tutta Italia ha registrato 250 casi dolosi in meno di tre anni, e che vede al primo posto proprio la Lombardia.

Domandiamo alle autorità responsabili delle risposte e di accertare se ci sono collagamenti, una sorta di strategia malavitosa. Questo tema dovrebbe giustamente trovare posto nella prossima campagna elettorale per le elezioni regionali in Lombardia.

I cittadini attedono risposte ed ogni pericolo di gestione malavitosa dei rifiuti nella nostra regione va contrastato e scongiurato.