sabato 2 aprile 2016

Pakistan : dove l'odio per i cristiani si insegna

Nella Pasqua 2016 un grave attentato ha colpito i cristiani del Pakistan che a decine sono morti in un attentato in un parco giochi dove festeggiavano la Pasqua. L'attentato è stato rivendicato da un gruppo di talebani che ha espressamente detto della volontà di colpire i cristiani.
Purtroppo non è l'unico attentato che in questi anni ha colpito la comunità cristiana in Pakistan e questo non deve stupire perchè da decenni in Pakistan le madrasse che sono scuole coraniche insegnano l'islam estremista e l'odio verso i cristiani Queste madrasse sono finanziate dai paesi del golfo e godono della complicità del governo pakistano. Da queste madrasse sono usciti i gruppi talebani . In Pakistan poi esistono leggi sulla blasfemia che autorizzano a condannare le minoranze religiose, che hanno portato a omicidi efferati come i coniugi bruciati vivi in un forno fino al caso più famoso quello di Asia Bibi incarcerata a causa di questa legge. Il caso Asia Bibi è emblematico, tutti i politici pakistani anche musulmani che hanno difeso la giovane cristiana sono stati uccisi a partire dal ministro Bhatti fino al governatore del Punjub il cui omicida è stato giustiziato e da cui sono partite le manifestazioni di questi giorni che hanno portato anche all'attentato di Pasqua. Ma il Pakistan ha anche esportato attentatori, qui hanno passato un periodo prima di compiere gli attentati i terroristi che fecero gli attentati a Londra ma anche l'attentatore di San Bernardino in California.
La comunità internazionale deve chiedere al Pakistan di abolire la legge sulla blasfemia e liberare Asia Bibi e di catturare e condannare le persone che compiono omicidi di cristiani o rapimenti di ragazze cristiane poi convertite a forza all'islam.

Nessun commento:

Posta un commento