lunedì 3 luglio 2017

Se la solidarietà europea si ferma a Ventimiglia

In Italia nel solo ultimo weekend sono sbarcati 12600 migranti, ormai anche il governo Gentiloni si rende conto che con questi ritmi la situazione è insostenibile, perfino i migranti a Padova hanno protestato per l'arrivo di altri migranti in una struttura che ne accoglie già 1400.
Eppure il ministro degli esteri Estone paese che prende il ruolo di guida semestrale della Ue afferma che nell'incontro Ue di Tallin della prossima settimana non verranno date risposte all'Italia.
Macron, finora osannato da tutti i media italiani, afferma che la Francia non può abbandonare la difesa dei confini e quindi non accoglierà migranti economici e chiude sia la frontiera di Ventimiglia che i porti francesi all'attracco di navi con migranti. Anche la Spagna rifiuta sbarchi sui suoi porti. Cosi il Governo Gentiloni rimane senza nessuna soluzione con l'Europa che dice che non possiamo rifiutare di far sbarcare in Italia i migranti, la Libia uno stato che non esiste e da cui partono i migranti, e un ruolo sempre più opaco in interessi e finanziamenti delle navi ONG straniere che portano SOLO in Italia i migranti.
Certo l'Italia ha le sue colpe, una incapacità di gestire i tempi di verifica dei documenti e del diritto di asilo, e una continua emergenza per un fenomeno che ormai non è più tale essendo costante e in aumento da anni.
Ma che dire dell'Europa che la sola cosa che è disposta a darci sono più soldi? che dire di missioni inesistenti per risolvere la questione libica creata innanzitutto da inglesi e francesi che ora si disinteressano delle conseguenze? che dire della fraternitè francese che si oppone a prendere migranti? che dire delle ONG che scaricano migliaia di migranti e su cui l'Italia non ha nessuna capacità di verifica e controllo?
Insomma un governo debolissimo a livello europeo che subirà sempre più una situazione, che unica affermazione corretta di Gentiloni, rischia di diventare insostenibile e di esplodere.

Nessun commento:

Posta un commento