mercoledì 3 maggio 2017

Alitalia altri 600 milioni



Ci risiamo altri 600 milioni di prestito dello Stato ad Alitalia una compagnia che perde 2 milioni di euro al giorno. Certo come dice il ministro Calenda servono a far volare Alitalia per 6 mesi in attesa di acquirenti o "spezzatino" come più probabile.

Ma già un prestito ponte di anni fa non è mai rientrato più che un prestito un regalo, probabilmente anche questo non ritornerà nelle casse dello Stato.

Una Compagni come ha detto il ministro per cui l'Italia ha speso 7,4 miliardi di euro che con in aggiunta questi 600 milioni arriva alla stratosferica cifra di 8 miliardi di euro!!!!
Per avere una compagnia in perdita con strategie di mercato sbagliate e senza prospettiva senza investimenti miliardari.

Colpa di molti , nel passato dei sindacati e dei privilegi dei pilori e dipendenti, poi di imprenditori senza strategia e infine di manager  messi a capo della compagnia per il nome ma senza nessuna esperienza nel mercato aeronautico molto concorrenziale e dove sopravvivono low-cost con molte "corse" su brevi distanze e grandi compagnie che hanno molte tratte a lunga percorrenza cosa che manca in entrambi i casi per Alitalia .

Di certo non si può ancora gravare sui soldi dei cittadini che tra l'altro per volare non hanno bisogno di Alitalia visto la massiccia presenza di low-cost e compagnie estere che portano dovunque.



Nessun commento:

Posta un commento