lunedì 18 luglio 2016

NIZZA 84 morti , si scopre la rete terroristisca

Papa Francesco all'angelus ha ricordato le vittime dell'attentato di Nizza , 84 di cui 10 bambini, e ha pregato per loro e perchè «Dio disperda ogni progetto di terrore e di morte, perché nessun uomo osi più versare il sangue del fratello». 

Purtroppo tra le decine di feriti molti rimangono gravi e la lista degli 84 morti non ha ancora tutti i nomi ufficiali,  alcuni italiani rimangono dispersi e le probabilità che molti di questi siano tra i morti aumenta.
Uno degli aspetti più crudeli di questo attentato è il dolore dei bambini, morti , feriti rimasti senza genitori e genitori rimasti senza figli , una tragedia nella tragedia.

L'attentatore franco-tunisino inizialmente fatto passare per depresso ora si scopre che aveva dei complici , 7 persone arrestate, e aveva fatto sopralluoghi al luogo dell'attentato. Era quinid ben inserito nella rete jihadista.
La stampa e i media cercano sempre di deviare le informazioni o sminuirle ma questo non aiuterà a risolvere il problema che va chiamato col suo nome: terrorismo islamico, il fatto che le persone decidano di aderirvi in un momento di difficoltà o per indottrinamento nelle moschee o in internet ci dice solo che la capacità persuasiva è molteplice e gode di una rete diffusa.

Nessun commento:

Posta un commento