venerdì 21 aprile 2017

La Francia alle elezioni

La Francia domenica voterà per il primo turno delle elezioni presidenziali.


Tra sondaggi che a fasi alterne danno in vantaggio qualche candidato o 4 candidati alla pari un dato è ormai certo: la fine del partito socialista Francese che si presenta con 3 candidati uscite dalle sue file e il cui candidato ufficiale sicuramente non arriverà al ballottaggio. Hollande è l'unico presidente uscente nella storia francese che non si è ricandidato e certo non poteva fare altro vista la sua pessima gestione della Francia sotto la sua presidenza e visto la sua assoluta impopolarità. La peggior presidenza francese finisce anche con l'ennesimo attentato a Parigi con la morte di due poliziotti, il tema della sicurezza ha anche affossato la candidatura dell'ex premier Valls.

Venendo ai candidati i 4 che secondo i sondaggi si contendono il ballottaggio sono

Le Pen che gode della popolarità anti-europa e anti-sistema e che però ha contro tutti gli altri candidati , probabilmente andrà al ballottaggio che difficilmente vincerà ma i sondaggi come in altre elezioni rischiano di non rispecchiare la realtà

Macron ex socialista senza un partito territoriale è filo-europeista convinto e gode dell'appoggio delle classi governative e europeiste.

Melenchon candidato di estrema sinistra, dato in salita dai sondaggi ma in un paese come la Francia che da anni va a destra difficilmente ha vere chance e se dovesse andare lui al ballottaggio con la Le Pen forse farebbe vincere quest'ultima. Anche lui comunque è un candidato anti-sistema.

Fillon candidato del centro-destra dopo un inizio promettente a causa delle campagne giudiziarie contro di lui che hanno affossato la sua candidatura a favore di quella di Macron, paga gli errori commessi ma averlo azzoppato potrebbe portare alla esclusione dei due partiti storici francesi , quello gaullista e quello socialista, con la fine della 5 repubblica nel caso non dovesse arrivare al ballottaggio.

Sicuramente la vittoria di un candidato anti-euro e anti-sistema provocherebbe uno stop deciso all'Unione Europea con conseguenze molto difficili per tutta la UE . Il voto della Francia che bocciò la Costituzione Europea rischia come allora di mettere fine a un percorso di Unione in Europa che da politico diventò solo economico e se dovesse ripetersi oggi sarebbe forse la fine anche di quello monetario.


Nessun commento:

Posta un commento