giovedì 23 marzo 2017

Attentato a Londra e non solo

Purtroppo c'è stato un nuovo attentato che ha provocato 4 morti e 40 feriti in un acittà europea. E' successo a Londra e in uno dei posti più sorvegliati a Westminster e sul ponte del Tamigi dal quale i turisti fotografano il Big Ben simbolo di Londra.
Certo visto gli obbiettivi un attentato molto simbolico, fa un certo effetto che cada nello stesso giorno in cui si ricordavvano a Bruxelles gli attentati di 1 anno fa.
Purtroppo si ripete, come a Nizza e Berlino ma non solo, un attentato fatto con un autoveicolo che investe volontariamente decine di passanti e turisti.
Già nei giorni scorsi c'erano stati alcuni attentati in Francia per fortuna senza vittime, e anche oggi in Belgio una macchina ha tentato di investire dei passanti.
Un fenomeno che molti dicono non si esaurirà neanche con la sconfitta del Califfato a Mosul o in Siria, purtroppo una parte del mondo islamico in particolare quello estremista crede nella jihad e ha anche molti aderenti anche se magari agiscono da soli o piccoli gruppi, sicuramente ha appoggi nelle città europee dove all'estremismo islamico si unisce il disagio sociale.
Stupisce poi che dopo gli attentati si scopra sempre che i soggetti erano già stati segnalati come pericolosi. Anche qui dovrebbe migliorare sia la rete di rapporti tra i stati europei sia le regole per combattere il fenomeni del terrorismo islamico con le stesse regole.
Servirà però la collaborazione degli islamici per sconfiggere il terrorismo, è dalle stesse comunità islamiche in Europa che deve arrivare la segnalazione delle persone che potrebbero fare atti ti terrorismo. Un lavoro molto lungo.

Nessun commento:

Posta un commento