martedì 20 dicembre 2016

Aleppo : Iran Russia Turchia

Sicuramente che l'attentato dell'ambasciatore russo ad Ankara sia avvenuto il giorno prima dell'incontro a Mosca dei rappresentanti di Russia e Turchia e Iran dopo l'esito della battaglia di Aleppo per decidere il futuro della Siria non è un caso.

Aleppo rimarrà una svolta decisiva nella guerra che vede Usa e paesi del Golfo e "ribelli" sconfitti e Russi Assad e Iran vincitori. La Turchia ha negli ultimi mesi abbandonato gli Usa e i ribelli e aumentato i colloqui con la Russia e questo ha inciso molto sul conflitto come anche l'elezione di Trump che ha interrotto i finanziamenti ai ribelli.

L'Iran è un dei vincitori della battaglia di Aleppo e la dimostrazione è la richiesta che la liberazione dei cittadini di Aleppo est coincidesse con quella di alcuni villaggi sciiti assediati dai "ribelli".
Altro vincitore Putin e il fatto che a Mosca si svolgerà la riunione sul futuro della Siria e l'omicidio dell'ambasciatore per ostacolarla ne sono una prova.

Sulla popolazione di Aleppo est va detto che da mesi erano ostaggio dei "ribelli" e di islamisti che li usavano come arma di ricatto e sono successi episodi di uccisioni di gente che tentava di lasciare la parte est sottoposta a bombardamenti.
Come riferito da Georges Abou Khazen vicario apostolico di Aleppo e da siti indipendenti la popolazione ha vissuto come liberazione la vittoria di Assad e Russi ad Aleppo, la disinformazione sul vero ruolo dei cosiddetti ribelli e e l'assedio della città è stata molto forte. La parte ovest spesso è rimasta senza acqua e i bombardamenti erano reciproci tra parte ovest e est, il fatto che i convogli per il trasporto della popolazione siano stati colpiti dai ribelli è un altra dimostrazione di chi veramente teneva in ostaggio la popolazione.

Anche  papa Francesco con la nomina a cardinale il 19 ottobre del nunzio apostolico Mario Zenari ha voluto dare importanza alla Siria e tramite il nunzio ha scritto ad Assad per chiedere il rispetto della popolazione civile e dei diritti umani e il cordoglio per le vittime.

Nessun commento:

Posta un commento