mercoledì 7 settembre 2016

G20 la dimostrazione del fallimento di 8 anni di Obama

L'ultimo G20 in Cina verrà ricordato forse dai più superficiali per la discesa dall'aereo senza tappeto rosso di Obama, per i più attenti per il fallimento totale della politica estera di Obama.
La dimostrazione del fallimento obamiano sta nel ruolo di Putin e della Cina , entrambi non hanno neanche considerato le proposte Usa su Siria e Mar Cinese Meridionale, hanno fatto accordi bilaterali tra loro e Putin ha addirittura siglato accordi sul prezzo del petrolio con l'Arabia Saudita altro alleato riluttante ad ascoltare Obama. Insomma il famoso discorso sull'apertura all'Asia degli Usa da parte di Obama ha solo permesso alla Cina di rinforzarsi e ha acuito le tensioni con gli altri stati asiatici, la Russia non solo non è isolata ma è addirittura al centro della diplomazia mondiale e i colloqui con Erdogan altro alleato in allontanamento dalla politica Usa ne è una conferma. Le aperture alle primavere arabe hanno portato i disastri della Libia e della Siria oltre la situazione dell'Egitto e il rilancio delle ambizioni della Turchia della Russia e dell'Arabia in Medioriente e la nascita dell'Isis. Unico successo il trattato nucleare con l'Iran che però ha alzato lo scontro tra sunniti e sciiti.

Nessun commento:

Posta un commento