mercoledì 28 settembre 2016

Figlio di tre genitori? Qual è il limite per la scienza?

Sembra impossibile ma dopo esperimenti fatti in Inghilterra di sostituzione di parte del materiale genetico della madre con materiale genetico di una seconda donna e la fecondazione con gameti maschili, o più tecnicamente, grazie alla tecnica della sostituzione dei mitocondri malati nell’ovocita della madre con materiale genetico di una donna sana, è nato in Messico il primo bambino figlio di tre genitori dal punto di vista biologico. Certo ci sarà chi griderà al successo perchè così si potranno sostituire le parti geneticamente malate con quelle sane, ma rimangono molto dubbi : innanzitutto che conseguenze avrà questo prelievo e l'immissione di un terzo componente di dna nella fecondazione? Mai qualcuno è nato dalla combinazione di tre caratteri genetici differenti. Eticamente è giusto sperimentare su dei nuovi bambini queste tecniche? la manipolazione genetica da chi è controllata, chi da permessi di cosa e come farlo? perchè se il criterio è tutto quello che si riesce a fare lo si può fare e poi vedremo i risultati ci sembra un criterio eticamente non accettabile. Inoltre come nei casi di fecondazione eterologa con donazione di ovocita, che comunque è una tecnica diversa da questa usata nel Messico, ci si chiede chi è la madre?

Nessun commento:

Posta un commento