sabato 23 gennaio 2016

Perchè PISAPIA e COMUNE SI e REGIONE LOMBARDIA NO?


Accadono fatti incredibili e che dovrebbero far riflettere tutti sull'ostracismo anche politico che alcune posizioni a favore della famiglia continuano a dover sopportare. Innanzitutto bisognerebbe almeno riconoscere che ogni posizione politica ha la stessa dignità e che tutte le istituzioni dovrebbero essere sottoposte secondo criteri analoghi. Si perché non riusciamo proprio a capire perché sia apprezzabile e lecito che il Sindaco di Milano possa partecipare ad una manifestazione a favore delle unioni civili salendo anche sul palco e la Regione Lombardia invece debba essere messa all'indice se decide di partecipare e sostenere il family day. Che dire poi di quando i comuni espongono bandiere e manifesti a favore di iniziative varie? Se ne assumono semplicemente la responsabilità politica ma ci pare del tutto legittimo che una istituzione possa esprimere la propria posizione. Proprio come quando decide di patrocinare manifestazioni come il gay pride solo per citare eventi legati sempre al tema delle unioni civili.

Nessun commento:

Posta un commento