mercoledì 10 giugno 2015

Immigrazione: da emergenza senza controllo a progetto di accoglienza

In Italia è sempre all'ordine del giorno la polemica sul tema immigrazione. Certo bisogna essere ciechi per non capire che è un fenomeno imponente e che neanche si fermerà subito, causato da guerre e situazioni economiche e sociali che dal nordafrica al medioriente alla Nigeria all'Eritrea è ormai un esodo. Alcune immagini e episodi dovrebbero però far riflettere:
  • il 7 giugno in un solo giorno sono stati salvati da navi di tutta Europa 4000 migranti a bordo di svariati gommoni e barche : c'è chi queste partenze le gestisce e ci guadagna, bisogna colpire la rete di mercanti di uomini. Ogni azione imporrà di risolvere il problema della Libia scatenato da un'avventura militare di Gran Bretagna e Francia e Usa.
  • da alcuni paesi si potrebbe fermare l'esodo se a livello internazionale si intervenisse, vedi la dittatura in Eritrea ma anche Boko Aram in Nigeria, più complicata la situazione della Siria
  • i migranti non arrivano dal mare solo in Italia, è notizia di questi giorni di migliaia di migranti nelle isole greche quindi gli italian dovrebbero pensare che non siamo gli unici che hanno questa immigrazione e noi forse dovremmo capire che bisogna decidersi a organizzare un vera accoglienza.
  • gli scandali anche di Roma mostrano come sull'emergenza immigrati ci sia chi ci guadagna, serve una politica di accoglienza seria non subappaltata
  • le stazioni ferroviarie di Ventimiglia Milano e Bolzano si riempono di immigrati che il Governo lascia arrivare dalla Sicilia senza prendere i dati con la speranza che passino la frontiera e siano un problema in meno, questo dovrebbe far capire anche le reazioni dei paesi europei, infatti Francia e Austria in testa stanno rimandando indietro i migranti, inoltre dovrebbe far smettere la propaganda che rimangono tutti in Italia cosa non vera.
Insomma dobbiamo organizzare strutture e e piani di accoglienza ma anche regole per i migranti.
Questo è un fenomeno che aumenterà e non si fermerà, non si può rimanere solo sull'emergenza, si chiedano all'Europa soldi e si velocizzino le pratiche per la verifica dei diritti di rifugiato. Diritti inalienabili.

Nessun commento:

Posta un commento