venerdì 3 aprile 2015

I cristiani sempre piu vittime o obiettivi inermi del terrore jihadista

Bisogna oramai ammettere, che seppure con un chiaro obiettivo strumentale di focalizzare lo scontro tra mussulmani e cristiani, è in corsa  una vera e propria caccia al cristiano. La strage di 147 studenti in Kenia dove i musulmani e i cristiani sono stati separati e i primi liberati i secondi trucidati.
Che sia strumentale è chiaro se si leggono altri fatti come la guerra in Siria e Yemen : lo scontro in atto è sopratutto uno scontro all'interno del mondo mussulmano tra sciiti e sunniti. 
Ma i cristiani subiscono una vera persecuzione  nuovi martiri sono frequenti  “Ce ne sono tanti!”, ha affermato commosso il Pontefice; essi “non rinnegano Gesù e sopportano con dignità insulti e oltraggi. Lo seguono sulla sua via”.
Già da mesi in Nigeria da parte di Boko Haram, le ragazze rapite erano solo quelle cristiane, ed ora in Kenya dove gli estremisti di al-Shabaab prendono di mira un campus a Garissa e separano i cristiani dai mussulmani e ne fanno una strage con atti efferati degni dei terroristi peggiori. I cristiani quindi sempre piu vittime o obiettivi inermi del terrore jihadista

Nessun commento:

Posta un commento