giovedì 6 novembre 2014

Il voto di mid Term ha bocciato Obama e la sua politica

Nonostante i dati positivi sull'occupazione e sulla crescita del Pil, gli americani hanno valutato negativamente la politica di Obama, ritenuta comunque deficitaria anche sul piano economico. Una politica che ha diviso gli USA con leggi come quella sulla sanità, che ha fallito su altre promesse come quella di una nuova legge sugli immigrati o sulle armi e che è stata fallimentare in politica estera.

Obama si è mostrato sempre indeciso, in ritardo nel capire gli eventi e non in grado di reagire a situazioni nuove. Il ritiro da Iraq ed ora dall’Afghanistan, disinteressandosi degli effetti che avrebbe scatenato, la decisione di ridurre la presenza geopolitica americana, il suo disinteressamento in Medioriente fino al fallimento della sua politica in Libia, Siria e Ucraina sono esempi lampanti del suo fallimento in politica estera.

I repubblcani hanno ora la maggioranza nei due rami del palamento USA, vedremo cosa riusciranno a dimostrare, ma in vista delle presidenziali fra due anni hanno strappato seggi senatoriali e addirittura Governatori in Stati da molto tempo orientati a votare partito democratico. Un grosso vantaggio ma ai repubblicani manca un leader, vedremo se tra i vincitori di oggi ne emergerà uno, mentre per i democratici sembra essere certa candidatura Hilary Clinton.

Nessun commento:

Posta un commento