lunedì 25 agosto 2014

Libia nel caos rischia di diventare come la Siria

Il Nyt ha rivelato che gli attacchi di aerei sconosciuti in Libia sono di Egitto e Emirati Arabi Unti, mentre il Qatar arma e finanzia gli islamisti che in queste settimane hanno conquistato l'aeroporto di Tripoli e vaste aree della Tripolitania dopo aver preso il controllo della Cirenaica. Il parlamento quasi esiliato a Tobruk è impotente. La Libia è in piena guerra civile, tutte le potenze occidentali a parte l'Italia hanno chiuso le ambasciate, e ora il conflitto rischia di diventare internazionale come è successo in Siria. Si conferma inoltre lo scontro all'interno del mondo islamico.

Bisognerebbe fare un analisi sull'errore di fare la guerra alla Libia abbandonandola poi alle bande armate e agli islamisti. L'Italia rischia molto sia perchè la Libia ha sempre avuto grande legami economici sia perchè dalla Libia partono le migliaia di immigrati verso le nostre coste, nel caos libico l'illegalità del traffico di persone aumenta.

Nessun commento:

Posta un commento