sabato 19 luglio 2014

Caso Ruby, i giudici dell'appello assolvono Silvio Berlusconi

Silvio Berlusconi assolto dal reato di concussione perché il reato non sussiste e dal reato di prostituzione minorile perché il fatto non costituisce reato, sembra sia stato riconosciuto che Berlusconi non conosceva l'età di Ruby.

Questo sentenza sconfessa totalemte l'ipotesi della magistratura di Milano, in particolare colpisce che il reato di concussione non sussiste, dimostra la parzialità del tribunale di Milano. Centinaia di intercettazioni sbattute su quotidiani e settimanali, rilevati più ai fini del gossip che a quelli processuali. Non c’era nessun reato, si è confusa la morale con la legge, un processo basato sul nulla e noi paghiamo. Che dire dell'impatto politico che questo processo ha avuto. E intanto i giudici a Milano, si scopre, per l’attribuzione di una serie di processi su Berlsuconi violarorno ogni regola della magistratura, ma vengono assolti e coperti.

Certamente nell'esito del processo, ha influito anche il cambio degli avvocati difensori di Berlusconi, l'avvocato Coppi ha assunto uno stile diverso.

Le conseguenze politiche dell'assoluzione saranno inevitabili, ora il centro destra si ricopatterà e chi si è posto contro Berlusconi verrà marginalizzato.

Nessun commento:

Posta un commento