mercoledì 9 aprile 2014

CADUTO IL DIVIETO ALL’ETEROLOGA AVANZA LA BABELE PROCREATIVA

Fecondazione eterologa, cade il divieto. La Corte Costituzionale dopo 10 anni sancisce che è illegittimo il divieto alla fecondazione eterologa. Questa decisione è sorprendente se pensiamo che la stessa corte aveva respinto la richiesta di referendum per l’abrogazione totale della legge respingendo i dubbi di incostituzionalità. Inoltre nel 2011 la Corte Europea di Strasburgo aveva sancito rispetto ad un ricorso contro al legge austriaca che il divieto di fecondazione eterologa non viola il diritto al rispetto della vita privata e famigliare. Ora si apre vuoto normativo e vedremo quali saranno i casi cui sarà stabilita per legge la possibilità di accedere alla fecondazione eterologa. Questa sentenza certamente nega quanto scritto nell’articolo 1 della legge 40, che assicura i diritti di tutti i soggetti coinvolti, compreso il concepito. Bisognerà forse riscrivere la costituzione e aggiornarla sancendo che in Italia il potere giudiziario non applica solo la legge ma ha assunto un ruolo a tutti gli effetti legislativo che sovrasta anche la volontà del Parlamento e di un voto popolare.

Nessun commento:

Posta un commento