martedì 5 novembre 2013

Caso Cancellieri il vero prolema è la giustizia

Dalla vicenda Ligresti e del ministro Cancellieri emerge che spesso la carcerazione preventiva è usata in modo estremo e che senza l’intervento del ministro, che dice di essere intervenuto in più di 100 casi, i giudici non sanno vedere o prendersi la responsabilità di rilasciare detenuti in stati psco-fisici gravi. Forse questa vicenda dovrebbe riaprire il dibattito sulla carcerazione preventiva decisamente abusata in Italia , sul ruolo dei giudici, della responsabilità civile dei giudici, e far riflettere sulla differenza tra essere accusati e essere condannati, in un paese dove la semplice accusa si trasforma in condanna con conseguenza che la carcerazione preventiva è ormai considerata la norma e dove la notizia dell’indagine e dell’accusa hanno molto più spazio che quella della sentenza con tutto ciò che comporta per la reputazione e la vita di chi è accusato ingiustamente.

Nessun commento:

Posta un commento